Carles Puigdemont, uno dei leader del movimento indipendentista catalano, arrestato in Italia

L’ex presidente esecutivo della Catalonia Carles Puigdemont (Foto: EFE)

Ex presidente della Catalogna Carles Puigdemontche considera un mandato di perquisizione e arresto internazionale di Corte Suprema La Spagna, è stato arrestato questo giovedì a pesce sardo dalle autorità italiane.

L’ex presidente della Generalitat (governo catalano), eurodeputato e uno dei leader del movimento indipendentista catalano, è stato arrestato dopo essere arrivato a L’Algheroun comune dell’isola di Sardegna dove prevede di partecipare ad azioni congiunte con il ministro degli Esteri catalano, Vittoria Alsinae il presidente del Parlamento della Catalogna, Laura Borra.

Il presidente Puigdemont è stato arrestato all’arrivo in Sardegna, dove è presente come deputato”, ha annunciato il suo avvocato su Twitter, Gonzalo Boyeha stabilito che il suo arresto è avvenuto in base a un mandato d’arresto europeo il 14 ottobre 2019.

Puigdemont è stata fondata nel Bruxelles dal 2017 e in viaggio verso alghero, Sardegna, per il festival della cultura catalana, ha spiegato il capo del suo studio, Josep Lluis Alay. “Quando è arrivato all’aeroporto di Alghero, è stato arrestato dalla polizia di frontiera italiana“, ha spiegato Alay sui social.

Domani (venerdì) il presidente sarà a disposizione dei giudici della corte d’appello di Sassari, che è autorizzato a decidere sulla sua scarcerazione o estradizione.Ahimè aggiunto.

L’arresto di Puigdemont arriva pochi giorni dopo l’inizio a Barcellona del governo spagnolo e dell’esecutivo regionale della Catalogna un processo di dialogo per cercare di superare le posizioni politiche lontane entrambe mantenute a seguito del processo di secessione catalana, tra divisioni interne all’interno del blocco indipendentista.

Questo dialogo appare dopo molti anni dissenso Voi pressione a causa delle esigenze della secessione, il cui culmine giunse in autunno 2017dopo aver tenuto referendum dichiarato incostituzionale il 1° ottobre e la successiva dichiarazione di indipendenza, approvata dal parlamento catalano il 27 dello stesso mese.

Questi eventi hanno portato alla sospensione temporanea dell’esecutivo catalano (Generalità), elaborazione e così via nove leader dell’indipendenza sono stati condannati a una reclusione compresa tra 9 e 13 annirecentemente graziato, così come la fuga dell’allora presidente catalano, Puigdemont e altri membri esecutivi per eludere le azioni della giustizia.

Arrivo del governo socialista spagnolo, in coalizione con il gruppo di sinistra United We Can, e Pere Aragon (ERC) nell’esecutivo catalano segna l’inizio del primo contatto per ridurre la tensione.

Inoltre, il fatto che il CER sia uno dei gruppi parlamentari che sostiene regolarmente il governo spagnolo al Congresso, dove i rappresentanti della coalizione di governo non hanno la maggioranza.

(Con informazioni da AFP ed EFE)

Continuare a leggere:

Pedro Sánchez guiderà la delegazione che negozierà con il governo catalano
Pedro Sánchez annuncia che perdonerà i leader separatisti catalani

Zita Russo

"Comunicatore esasperante umile. Creatore hardcore. Fanatico dell'alcol in generale. Tipico sostenitore degli zombi."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.