Preferiti Italia e Portogallo o compagni di duello del Real Madrid. Qual è il prossimo playoff?

Lo Slavia ha perso giovedì nei quarti di finale della European Conference League, ma deve recuperare in fretta, poiché domenica lo attende un’importante partita di campionato con Jablonec. In che modo l’ex rappresentante ceco Jan Koller ha valutato la situazione dello Slavia in un’intervista per iSport?

Lo Slavia non è entrato nella partita di domenica con l’umore ideale. Giovedì ha abbandonato la European Conference League ed è stato eliminato nei quarti di finale dal Feyenoord Rotterdam, cosa a cui pochi giocatori stanno ancora pensando.

La partita in sé è stata dura, a causa del terreno accidentato, entrambe le squadre hanno scelto il pallone che veniva spesso calciato, uno dei quali è stato utilizzato da Ivan Schranz per segnare un gol. Stapler ha finalmente lasciato il server ceco con una vittoria decisiva per 2:1.

“Posso immaginare che non sia stato facile per lo Slavia tornare in nazionale subito dopo essere stato eliminato dalla Conference League. Tuttavia, si è unito dopo il Feyenoord, è sopravvissuto e ha una grande occasione per andare in sovrastruttura da la posizione più vantaggiosa» detto in un’intervista per iSport Jan Koler.

Slavia si affida a uno staff incredibilmente competente in un programma fitto. Ha giocato per l’Inghilterra per sette settimane dall’inizio della primavera, sei volte per la European Conference League e una volta si è scontrato con lo Sparta nella Coppa MOL mercoledì.

Jindřich Trpišovský potrebbe anche ruotare a Jablonec, ha aggiunto solo quattro giocatori alla formazione titolare, a partire da giovedì, i marcatori della scorsa settimana Ibrahim Traor, Taras Kačarabu, Alexander Bah e Ivan Schranz.

“Lo Slavia gioca a un calcio molto impegnativo e il cambio gli si addice. Ci si può aspettare che sia più forte nella sovrastruttura con tutti i giocatori guariti e riposati. Provod, Hovorka o Holeš non giocano a Jablonec che tutti supportano”. ha continuato il capocannoniere della nazionale ceca.

Il palo del portiere rimane l’argomento principale. Prima della stagione, Ondřej Kolář aveva una posizione intoccabile, ma durante l’autunno Aleš Mandous era il numero uno. Ora si alternano tra le tre battute.

Trpišovsk spesso decide in base al tappo. Quando giocano la coppia Aiham Ousou e Kačaraba, Mandou di solito gioca, nel caso dei piazzamenti di David Hovorka o Ondřej Kúdely, Kolář ha la possibilità di influenzarsi a vicenda. E Kolář che è stato catturato a Jablonec.

“Quella era la nostra unica preoccupazione in quel momento. Mandous non ha giocato bene contro il Feyenoord, oltre allo Slavia ha cambiato molto i portieri. Ma non so se per loro è un bene. Nessuno dei due sa cosa sta facendo, il che non lo fa aggiungi anima. , Kolář ha fatto bene a Jablonec, non poteva fare gol”, Koller ha aggiunto.

Fonte: iSport

Zita Russo

"Comunicatore esasperante umile. Creatore hardcore. Fanatico dell'alcol in generale. Tipico sostenitore degli zombi."