Italia: grave siccità – conseguenze drastiche per i clienti di Rewe, Aldi, Lidl and Co.

siccità

Parmigiano in pericolo: i prodotti dall’Italia potrebbero scarseggiare

È così che la siccità distrugge le foreste in Germania

È così che la siccità distrugge le foreste in Germania

Gli ultimi anni sono stati caratterizzati da gravi siccità ed estati secche. Il rischio di incendi boschivi sarà maggiore e più alberi moriranno. Puoi vedere quanto è grave il danno nel video.

mostra descrizione

La siccità in Italia ha causato scarsità d’acqua e problemi di produzione. Alcuni prodotti potrebbero non essere disponibili in Germania.

Berlino. Da maggio, l’Italia sta combattendo un’ondata di caldo persistente e una siccità storica. Il livello dell’acqua è di 650 chilometri fiume Po Secondo i ricercatori ambientali, è inferiore a prima. Di conseguenza: scarsità di acqua potabile, grandi incendi, difficoltà di produzione per gli agricoltori nelle aree fluviali, emergenza siccità dichiarata dal governo. Ora anche la Germania potrebbe risentire della siccità italiana.

Circa un terzo degli italiani Produzione agricola si è verificato nella regione padana, che sta vivendo la peggiore siccità degli ultimi 70 anni. Il governo ha appena dichiarato lo stato di emergenza in cinque regioni del nord Italia intorno al fiume. da solo dentro Milano le autorità hanno chiuso circa 100 fontane per risparmiare acqua. Verona e Pisa limitano il consumo di acqua potabile privata fino a fine agosto.

Le riparazioni immediate possono solo portare la pioggia. Ma fino ad allora, la situazione riguarderà principalmente loro contadino e contadino nella zona pesante.




Italia: la Germania è il più importante acquirente di Parmigiano

Alcuni agricoltori hanno riferito ai media stranieri di essere preoccupati per i loro raccolti di grano, mais o pomodori. allevatore Simone Minelli spiegato Canale di notizie americano “CNN”non ha abbastanza acqua per loro fornitura di acqua potabile le loro mucche da latte per irrigare i campi di soia dove dovrebbe crescere il loro foraggio. Un problema che ora potrebbe interessare gli scaffali dei supermercati tedeschi.


Perché contadini come Minelli si guadagnano da vivere producendo il Parmigiano Reggiano, meglio conosciuto in Germania come formaggio Parmigiano. La Germania lo è Secondo le statistiche Il più importante acquirente di formaggi a pasta dura d’Italia, nessun altro paese importa così tanto. Se la produzione di parmigiano reggiano in Italia dovesse diminuire, anche il formaggio potrebbe scarseggiare da Aldi, Lidl, Rewe and Co.

Non è la prima volta per l’italiano esportare interesserà la Germania. In precedenza c’erano preoccupazioni che Pomodori in scatola italiani diventerà più costoso man mano che i rendimenti diminuiranno.




Italia: gli agricoltori non possono soddisfare gli standard del parmigiano

Mancante deposizione in inverno, l’assenza di scioglimento delle nevi e una primavera secca nell’area padana fanno sì che il fiume possa toccare minimi storici. immagine satellitare di Agenzia spaziale europea (ESA) mostra cambiamenti estremi nei letti dei fiumi solo tra giugno 2020 e giugno 2022. Ciò ha conseguenze esistenziali per l’agricoltura.


Come ha spiegato Minelli alla “CNN”, ogni vacca deve bere dai 100 ai 150 litri di acqua per avere abbastanza latte per Produzione Parmigiana produrre. Se l’animale non beve abbastanza o la sua temperatura corporea è troppo alta a causa del caldo, il latte non soddisfa gli standard di produzione del formaggio. In realtà, Minelli, insieme ad altri 20 contadini della zona, dovrebbe ogni anno 52.000 forme di parmigiano fabbricazione.

Pertanto, con grande preoccupazione, osserva Minelli livello dell’acqua da Po, ha detto all’emittente. “Se non hai abbastanza mangime per i tuoi animali, devi ridurre lo stock”, dice l’allevatore. Non spiegò esattamente come avrebbe poi dovuto ridurre le dimensioni della mandria.

Italia: la siccità è una conseguenza del cambiamento climatico

Il cambiamento climatico colpisce tutti, ma l’attuale siccità nell’Europa meridionale suggerisce che alcune aree saranno inizialmente colpite in modo più grave: ItaliaSpagna e Portogallo sono il risultato dei cambiamenti nell’area di alta pressione delle Azzorre alimentati dai cambiamenti climatici, scrivono i geoscienziati in un documento Studio dalla rivista “Nature Geoscience”.

Le precipitazioni invernali sono quindi “importanti” per la situazione ecologica ed economica della zona. Ma già in inverno Spagna e Portogallo si lamentano dell’estrema siccità. Ce l’hanno anche altri ricercatori Regione mediterranea In passato è stato soprannominato un “punto caldo della crisi climatica” perché è stato colpito in modo sproporzionato da ondate di calore, mancanza di precipitazioni, temperature più elevate e siccità.


La conseguenza concreta di condizioni meteo visto chiaramente in Italia: gli agricoltori della regione rischiano il proprio sostentamento, i paesi hanno difficoltà con le esportazioni. Le conseguenze sono visibili anche all’estero: incendi boschivi rendono il turismo poco attraente per i turisti, i prodotti della regione diventano scarsi.


Esperto di clima: la situazione “potrebbe solo peggiorare”

Ora c’è un’altra sfida sul Po: l’acqua salata Adriatico Nel frattempo è penetrato così tanto nell’entroterra che l’acqua dolce del fiume è troppo salata e non può più essere utilizzata per l’irrigazione. Se il livello dell’acqua continua a scendere, anche l’acqua di mare continua a bere.

“Di solito non sono mai pessimista o preoccupato, ma questa volta dobbiamo essere vigili”, ha detto alla CNN Massimiliano Fazzini. È il capo del dipartimento per rischio climatico della Società Italiana di Geologia Ambientale. “La situazione è critica e può solo peggiorare”, ha avvertito. Una prospettiva allarmante vista la situazione attuale. (riba)




Questo articolo è apparso per la prima volta su morgenpost.de.



Zita Russo

"Comunicatore esasperante umile. Creatore hardcore. Fanatico dell'alcol in generale. Tipico sostenitore degli zombi."