Bambini dall’Ucraina accettati a scuola in Italia – Europa – Internazionale

Un video emozionante è stato registrato in una scuola in Italia mentre due bambini rifugiati dall’Ucraina arrivano per il loro primo giorno di scuola.. Il film mostra come 200 studenti e insegnanti si riuniscono all’ingresso principale per accoglierli.

L’incidente è avvenuto presso l’istituto Don Milani di Napoli, in Italia. I fratelli Dmitri, dieci, e Victoria, otto, sono stati accolti con applausi e fischi. Inoltre, alcuni suoi amici tenevano bandiere ucraine per sostenere i tempi difficili nel Paese da cui sono dovuti fuggire.

Nel video si vedono due bambini scioccati senza sapere come reagire; anche gli insegnanti hanno incaricato due compagni di classe di tenerli per mano e guidarli nelle loro classi.

(Assicurati di leggere: La Russia sanziona Joe Biden e altri alti funzionari statunitensi.)

Il video ha commosso i suoi spettatori ed è diventato virale sui social network.

Non vogliamo accoglierli perché significa che la guerra è finita

Per questa parte, La nonna dei bambini, Nonna Dana, ha ringraziato la scuola tramite il suo social network.

“Non riusciamo a trovare le parole di ringraziamento. Grazie a tutti voi che avete dato ospitalità e amore ai miei nipoti. Sono felici di aver superato le loro paure e di aver trovato un’altra famiglia nella loro scuola. Ringrazio il cuore napoletano di tutta Pomigliano d’Arco, insegnanti, vicedirettori, direttori e tutti gli studenti della scuola primaria Don Milani, che hanno organizzato e partecipato a questa meravigliosa accoglienza dei miei amati nipoti ucraini. Grandi baci e abbracci a tutti insieme e uno per uno”, ha scritto.

(Potrebbe interessarti: il cameraman di Fox News ucciso in Ucraina).

Maria Barone, direttrice della scuola Don Milani, ha detto ai media italiani al “Corriere del Mezzogiorno” che aspirano a poter aiutare più bambini ucraini.

“Dopo Victoria e Dimitri, se possibile, verranno gli altri ragazzi. Ci sono molti progetti in cantiere. Siamo felici di farlo, ma anche molto preoccupati per il conflitto sempre più aspro. Non vogliamo accoglierli perché significa che la guerra è finita”, ha detto.

Gli ucraini fuggono a causa della guerra

I profughi ucraini arrivano alla stazione ferroviaria di Leopoli, per sfuggire all’operazione militare russa.

Foto:

MIGUEL A. LOPES/EFE/EPA

La guerra tra Russia e Ucraina ha costretto alcuni ucraini a fuggire dal Paese. Secondo i dati dell’Agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati (UNHCR), circa 3 milioni di persone sono state costrette ad andarsene.

I paesi europei hanno mostrato un grande sostegno all’Ucraina. L’Italia ha finora 30.000 rifugiati e loro li hanno aiutati a ottenere permessi di lavoro e scolastici per i bambini.

(Continua a leggere: Russia: i giornalisti in diretta contro la guerra in Ucraina).

L’UNICEF afferma che Polonia e Ungheria sono i paesi con il maggior numero di rifugiati a causa della loro vicinanza al paese e hanno accolto 1,7 milioni di persone. Questa guerra ha lasciato una delle peggiori crisi di rifugiati dalla seconda guerra mondiale, secondo la suddetta entità.

Più notizie

– Volodimir Zelenski presume che l’Ucraina non entrerà nella NATO

– Un denso strato di polvere del Sahara che colora l’arancione spagnolo

– Isabel Díaz Ayuso, fenomeno politico di destra spagnolo

– Dimitri Rogozin, direttore della controversa agenzia spaziale russa

Tendenze METEO

Zita Russo

"Comunicatore esasperante umile. Creatore hardcore. Fanatico dell'alcol in generale. Tipico sostenitore degli zombi."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.