Mauricio Macri si reca in Italia per giocare i Mondiali di bridge

ex presidente Maurizio Macri conferma che partecipano mondo Ponte si giocherà in Italia dal 27 marzo al 9 aprile.

“È un onore come argentino far parte di un torneo mondiale di una profondità di gioco così abbagliante”, ha detto ieri tramite il suo social network.

Accordo con il FMI: il partito al governo ha firmato con successo l’opinione e cerca di votare questo giovedì al Senato

Mauricio Macri ha annunciato che avrebbe potuto partecipare dopo aver ottenuto da Hakim il permesso di viaggiare all’estero. Giudice Giuliano Ercoliniche in suo potere sul caso di spionaggio relativo dell’ARA San Juan, autorizzò l’ex presidente a recarsi in Italia per discutere 45 Mondo ponte sotto il rappresentante della squadra argentina.

“Vorrei ringraziare i miei compagni di squadra per questo invito a partecipare con loro mondiale di bridge. Con loro abbiamo vinto il campionato sudamericano”, divulgato tramite Instagram.

cos’è un ponte?

Quella Il bridge è un tradizionale gioco di carte inglese che risale al XV secolo. Quattro persone giocano, gareggiando in coppia. Le carte utilizzate hanno quattro diversi tipi di semi, posizionati dal valore più alto a quello più basso, vale a dire Picche, Cuori, Quadri e Fiori.

Nel suo post, Macri ne apprezza i diversi aspetti discipline meno note al grande pubblico, ma rappresenta una delle sue grandi passioni.

Quella Il bridge, ha spiegato, è uno sport olimpico dal 1999 “che richiede dedizione e gli stessi valori di ogni altro: allenamento intensivo, competitività, forza psicologica, abilità speciali, resistenza e, soprattutto in questo caso, lo studio sistematico del gioco e il rispetto delle regole e dei rivali”.

Allo stesso modo, sottolinea che è un “gioco complesso rispetto agli scacchi molte volte” che richiede dedizione e apprendimento costante, che “impara e impara cose nuove molto diverte”.

Il gioco combina elementi come la capacità di ragionare, pianificare e memorizzare, così come la psicologia e il coraggio.

Tra i giocatori più famosi della storia, ha citato Mahatma Gandhi, uno dei loro leader più ammirati. “È risaputo che Gandhi ha usato il Ponte come metafora per spiegare differenza tra Karma (la mano che ti viene data) e Dharma (cosa fai con le carte). È sempre bello ricordare quell’insegnamento”, ha detto.

Infine, ha detto che “è un onore come argentino far parte di un torneo mondiale con un gioco così profondo e affascinante”.

La competizione si svolgerà nella città di Parma, in Italia. Mauricio Macri si recherà lì con i suoi compagni di squadra, in una delle tappe che farà durante il suo tour programmato che avrà anche scali negli Stati Uniti, Spagna e Qatar.

Zita Russo

"Comunicatore esasperante umile. Creatore hardcore. Fanatico dell'alcol in generale. Tipico sostenitore degli zombi."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.