L’ultimo minuto della guerra in Ucraina, in diretta | Mariupol riesce a evacuare i civili dopo l’ultimatum russo | Internazionale

Cosa è successo nelle ultime ore in Ucraina

Nel 56° giorno della guerra iniziata dalla Russia contro l’Ucraina, questi i dati chiave alle 20:00 di mercoledì 20 aprile:

Putin testa il nuovo sistema missilistico intercontinentale “unico al mondo”. Il presidente russo Vladimir Putin ha annunciato il primo test completo del nuovo missile balistico intercontinentale RS-28 “Sarmat”. Il missile era stato lanciato da Plesetsk (Russia nord-occidentale) e aveva raggiunto la Kamchatka (est), a più di 5.000 chilometri di distanza. Secondo Putin, questo missile “rimarrà unico al mondo per molto tempo” e farà riflettere coloro che “cercheranno di minacciare” la Russia. Gli Usa hanno confermato che, secondo accordi internazionali, si sapeva che questi test sarebbero stati effettuati perché la Russia li aveva avvertiti.

Continua l’evacuazione da Mariupol. La città portuale di Mariupol (sud-est) è diventata un simbolo della resistenza ucraina, ma la situazione si fa più difficile. Secondo quanto riferito dalle autorità ucraine, nelle ultime ore è proseguita l’evacuazione di questa città assediata dall’esercito russo, ma sono riuscite a partire meno di 6.000 persone che avrebbero dovuto fuggire. Il presidente dell’Ucraina, Volodymyr Zelensky, ha riferito che almeno 1.000 civili, principalmente donne, bambini e anziani, si trovano nei rifugi sotterranei della fabbrica. Acciaierie Azovstal, ultimo baluardo della resistenza ucraina in questa località. Secondo le autorità ucraine, 500.000 cittadini sono stati deportati in Russia senza il tuo consenso.

Offerta negoziale di Mosca. Nel bel mezzo dell’offensiva russa per occupare la regione del Donbas (orientale), il Cremlino ha presentato una nuova proposta negoziale all’Ucraina. “Ora tocca a noi analizzare, confrontare e trarre conclusioni, comprese quelle di natura politica e legale”, ha affermato Mijaílo Podoliak, principale consigliere di Zelensky. Ma lo stesso presidente ha poi assicurato in un incontro con la stampa di non aver accettato l’offerta di trattativa della Russia: “Non ho sentito nulla di questo o, ovviamente, non ho visto nulla. Sono sicuro che non ci hanno mandato nulla”. Il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha assicurato che l’esito dei colloqui con l’Ucraina ora dipende interamente dalla volontà di Kiev di considerare le richieste di Mosca.

Guterres ha chiesto un incontro con Putin e Zelensky. Il segretario generale dell’Onu António Guterres ha chiesto di incontrare i presidenti di Russia e Ucraina. Guterres ha inviato una lettera alle autorità chiedendo che questo incontro raggiunga un accordo per porre fine alla guerra.

Charles Michel parla a Kiev delle sanzioni dell’Ue contro petrolio e gas russi. Il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, è in visita in Ucraina questo mercoledì e si incontra a Kiev con Zelensky. Michel ha espresso fiducia che “prima o poi” le sanzioni dell’UE influenzeranno anche il petrolio e il gas russo.

La Germania smetterà di importare petrolio russo alla fine dell’anno. “Taglieremo il petrolio della metà entro l’estate e lo azzereremo entro la fine dell’anno, e poi seguirà il gas”, ha detto il ministro degli Esteri tedesco Annalena Baerbock durante una visita ufficiale in Lettonia.

Le “operazioni speciali ucraine” arriveranno nelle scuole russe a settembre. Le opinioni della Russia sull’occupazione dell’Ucraina inizieranno ad essere insegnate nelle scuole russe il 1° settembre. “Le lezioni di lunedì saranno impartite in quelle che per ora chiamiamo Conversazioni su ciò che è veramente importante”, ha affermato il ministro dell’Istruzione russo Sergei Kravtsov. Il prossimo anno nelle scuole verrà sventolata anche la bandiera e all’inizio di ogni settimana verrà cantato l’inno nazionale.

FOTO: Diverse persone hanno lasciato Mariupol questo mercoledì. (Reuters/Alexander Ermochenko)

Zita Russo

"Comunicatore esasperante umile. Creatore hardcore. Fanatico dell'alcol in generale. Tipico sostenitore degli zombi."