Teneva all’orgoglio della Lazio, ma elogiava il Duce. La squadra di allevatori di aquile ha immediatamente sparato

Eagle Olympia, la mascotte vivente del calciatore Laza Roma, ha perso il suo allenatore e allevatore. Fu sorpreso ad alzare le mani davanti agli spalti in un saluto fascista e convocare il dittatore Benito Mussolini.

Prima della partita, vola con grazia sul terreno dello Stadio Olimpico di Roma e poi torna al suo ranch. L’Olympia Eagle è parte integrante della squadra di calcio Lazio Roma. Ma ora avrà un nuovo allenatore.

Il suo attuale “maestro” Juan Bernabe terminò dopo undici anni. È colpa sua. I fan lo hanno sorpreso mentre alzava le mani in un saluto fascista e cantava “Duce” durante un teso duello con l’Inter. Vale a dire, il discorso del famoso leader fascista italiano, Benito Mussolini.

Una volta che il presunto video è diventato virale sui social media, il destino di Bernabe è stato segnato. Una squadra della capitale italiana lo ha subito lasciato andare.

“L’ho fatto, non lo nego. Rispetto Mussolini. Ha fatto per l’Italia quello che Franco ha fatto per la Spagna”, ha detto a Il messaggero l’allevatore spagnolo. Presumibilmente ha preso la posizione sfortunata come saluto militare. Presumibilmente non aveva idea che fosse vietato in Italia.

Tuttavia, l’Olympia Eagle non rimarrà a lungo senza la sua guardia del corpo, la squadra inizia subito a cercare un sostituto.

Zita Russo

"Comunicatore esasperante umile. Creatore hardcore. Fanatico dell'alcol in generale. Tipico sostenitore degli zombi."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.