sulla buona strada per vincere le elezioni del 2023

Giorgia Meloni, leader del partito nazionalista Fratelli d’Italia. ANSA/ANSA/ABACA

ANALISI – Le elezioni comunali recentemente svoltesi in 975 comuni italiani sono state segnate dalla spinta del partito nazionalista Fratelli d’Italia, che ha superato la Lega un po’ ovunque, anche al Nord.

Nel 2012, il governo della città ha annunciato l’emergere di Mouvement 5 étoiles (M5S). Nel 2017 la vittoria in Liga di Matteo Salvini. Le recenti elezioni comunali in 975 città italiane hanno annunciato il ritorno del diritto al potere nel 2023, guidato dalla leader del partito nazionalista Fratelli d’Italia (FDI), Giorgia Meloni? Certo, è difficile fare una stima dei voti locali, tanto meno parziali, anche se sono stati chiamati a votare 9 milioni di italiani. E una massiccia astensione (partecipazione del 54,7%) ha distorto la lettura dei risultati. Ma gli ingredienti per il ritorno al potere dell’Italia sembrano esserci.

Secondo il conteggio delle città con oltre 15.000 residenti di Youtrend, la lista di centrodestra ha ottenuto il 43,8% dei voti, contro il 41,9% di quella di sinistra. Un voto che conferma quanto annunciano regolarmente i sondaggi. “Con due terzi del voto proporzionale e un terzo della maggioranza, questa base dovrebbe essere sufficiente per avere…

Questo articolo è riservato agli abbonati. Hai ancora il 78% da trovare.

Libertà è anche andare alla fine del dibattito.

Continua a leggere i tuoi articoli a € 0,99 per il primo mese

Sei già iscritto? Giuntura

Fedele Golino

"Giocatore. Baconaholic. Secchione di viaggio. Specialista della cultura pop. Imprenditore. Sottilmente affascinante sostenitore di Internet. Esperto di birra."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.