Stellantis è vicino alla trattativa per una gigafactory in Italia

Presto un terzo sito di gigafactory per Stellantis? La casa automobilistica ha fatto progressi su un accordo per costruire una gigantesca fabbrica di batterie in Italia, secondo due persone che hanno familiarità con la questione. La società, che svelerà la sua strategia di elettrificazione giovedì 8 luglio, ha bisogno di una nuova capacità per supportare l’aumento della produzione di veicoli elettrici.


Già due progetti di gigafactory

Stellantis, nata dalla fusione tra PSA e FCA, ha indicato che prenderà una decisione nel 2021 se costruire o meno ulteriori gigafactory in Europa e negli Stati Uniti. Il gruppo ha realizzato due progetti di impianto di batterie: il primo in joint venture con sicurezza a Douvrin (Passo di Calais) e il secondo a Kaiserslautern (Germania). Tuttavia, l’azienda valuta che le due sedi non saranno sufficienti per fornire 14 marche di batterie elettriche.

PER LEGGERE ANCHE

Batterie, automobili, lavoro… Stellantis svelerà la sua strategia elettrica


IL TUO INDICA


“Per concludere l’affare ci vorrà ancora del tempo, ma il punto positivo è che le cose stanno già cominciando ad andare avanti in maniera concreta”ha spiegato una fonte governativa di alto livello, confermando che l’impianto italiano sarebbe stato realizzato in un partenariato pubblico-privato.

Stellantis ha rifiutato una richiesta di commento. Il 2 luglio il capo del gruppo Carlos Tavares ha dichiarato che erano in corso discussioni con il governo italiano ma che non era stata presa alcuna decisione finale.


Stellantis spera di superare il suo margine target

Prima di presentare la sua strategia di elettrificazione, Stellantis ha annunciato l’8 luglio che dovrà superare il suo obiettivo di margine annuale nella prima metà dell’anno grazie al prezzo dei suoi veicoli e al mix di vendita. Si prevede che i margini di profitto operativo del trading del primo semestre 2021 supereranno l’intervallo precedentemente divulgato dal 5,5% al ​​7,5% per l’intero anno, nonostante una diminuzione del volume rispetto alla produzione pianificata.


“Tutto il team di Stellantis ha anche risposto con decisione alle limitazioni di volume causate dalla carenza di semiconduttori, implementando misure di controllo dei costi altamente efficaci”.accogliere il gruppo.

PER LEGGERE ANCHE

Stellantis vuole salvare la fabbrica inglese di Port Ellesmere con un servizio elettrico



Di Reuters (Relazione di Stephen Jewkes e Giulio Piovaccari; versione francese Jean Terzian)

Zita Russo

"Comunicatore esasperante umile. Creatore hardcore. Fanatico dell'alcol in generale. Tipico sostenitore degli zombi."