Sergio Matarella rieletto Presidente della Repubblica Italiana

Sabato sera è stato eletto Capo di Stato il Presidente della Repubblica Sergio Matarella.

Questo sarà il secondo mandato di sette anni di Matarelli.

Ha vinto l’ottavo turno di votazioni in Parlamento, ottenendo la maggioranza richiesta di 505 voti (maggioranza semplice più uno) di 1.009, ha riferito l’Associated Press.

Oggi, Matarella ha accettato di scontare un secondo mandato dopo che i partiti della coalizione non sono riusciti a concordare un candidato di compromesso per il posto.

Annunciando la sua decisione di rimanere in carica, il ministro per gli Affari regionali Mariastella Gelmini ha accolto con favore “il senso di responsabilità e di impegno nei confronti del Paese e delle sue istituzioni” dell’ex giudice della Corte costituzionale, riferisce Ansa Italia.

Il presidente del partito parlamentare è partito oggi dopo aver incontrato Matarel al palazzo presidenziale, dichiarando che “sta andando bene”.

Il leader del Pd di centrosinistra, Enrico Letta, ha ringraziato Matarelli, valutando che la sua decisione è stata una scelta di generosità nei confronti del Paese, e che è stata importante, importante e necessaria.

“Penso che questo sia un giorno bellissimo per l’Italia e importante per la politica italiana”, ha detto Leta.

I partiti della coalizione di governo italiana hanno annunciato oggi di aver approvato la rielezione del presidente uscente Sergio Matarella alla carica, temendo per la stabilità politica del Paese in caso di fallimento, secondo quanto riferito in precedenza dall’ufficio dell’Afp.

Matarella, 80 anni, ha già detto più volte di non avere intenzione di rimanere nella posizione. Nonostante ciò, ha ricevuto quasi 400 voti nel settimo turno di votazioni in parlamento per il presidente del paese e per le elezioni sono stati richiesti almeno 505 voti.

La presidenza in Italia è di protocollo, ma ha un ruolo importante in caso di crisi politica in un Paese la cui scena politica è molto frammentata.

Il presidente ha il potere di sciogliere il parlamento, nominare un primo ministro e può rifiutare un mandato per governare una coalizione che ritiene troppo fragile.

Matarella ha già scontato un mandato di sette anni molto turbolento, tra la crisi politica e il coronavirus, e non è disposto a resistere per un altro mandato. Secondo quanto riportato oggi dai media, il presidente del Consiglio Mario Draghi lo incontra da tempo, cercando di convincerlo ad accettare il nuovo mandato.

Un poco noto giudice siciliano prima di diventare presidente nel 2015 ha saputo gestire diplomaticamente una situazione politica difficile, che tutti gli italiani apprezzano.

Zita Russo

"Comunicatore esasperante umile. Creatore hardcore. Fanatico dell'alcol in generale. Tipico sostenitore degli zombi."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.