Regina d’Italia, fatti avanti per uno spettacolo intorno alla pizza napoletana!

Inaugurando nel cuore del centro commerciale Val d’Europe, a Marne-la-Vallée questo sabato 20 maggio, sono finalmente salite sul palco bellissime italiane con accento americano. Un temperamento focoso per questo ristorante che celebra la famosa pizza napoletana nella regola dell’arte ma che vuole essere completamente vivace tutto il giorno con i suoi cocktail, bevande calde gourmet, tiramisù bar, aperitivi e servizio al tavolo all’ora della cena.

Pitture murali raffiguranti le strade, look retrò-industriale newyorkese alla moda, design italiano contemporaneo, grandi tavoli aperti al forno della pizza che mostrano lo spettacolo, benvenuti nel nuovo tempio delle versioni della pizza napoletana Jonathan Jablonski, Eric Dujourd’ today e Georges Meurisse! Per il trio di partner esperti nel settore della ristorazione e alberghiera la sfida è chiara: immaginare un luogo e una brand identity che faccia venire voglia di soffermarsi, fermarsi a qualsiasi ora del giorno e mangiare, in un ambiente moderno, buono e vero . Al centro del concept c’è, ovviamente, la pizza, ma non una qualunque, l’originale napoletana, sviluppata con il pizzaiolo estremamente creativo Julien Antioniolli (Lupo). Nel menu, farina selezionata, doppia fermentazione, 300 g di pasta, pomodori San Marzano (dovrebbero essere), Fior di mozzarella latte a scelta, e il clou di questo spettacolo permanente, cuoce a 450° in meno di 2 minuti nel forno, il battito del cuore della regina. Una storia che racconta il più veloce casual, come un concetto sviluppato in diversi anni da specialisti del genere, JAB Enterprise, di cui Factory & Co è la punta di diamante.

Terminal a pranzo, servizio al tavolo la sera

Situato nella zona ristorante, accanto al centro commerciale Factory & Co, Italian Queen ha appena preso residenza. Con 120 posti a sedere, questo concept si è evoluto da un’idea originale ispirata da un ristorante a 800° negli Stati Uniti dove si segue passo passo l’intero sviluppo della pizza. Qui, il viaggio del cliente inizia con un terminale di acquisizione ordini (ci sono 2 terminali double-face di Innovorder) a pranzo dove puoi scegliere tra una dozzina di referenze tutte realizzate negli occhi del cliente. Da Mamma Queen B, a Cheezy Larra, Truffle me I’m famous, The Queen on fire…, hanno tutti un accento americano e questo viaggio papille gustative, sia esso vegetariano, speziato, verde, con salmone affumicato, grigliato pollo, tartufo, salame, scamorza affumicata… pur restando italianissimi nel cuore. Perché in Italian Queen consideriamo questo lato unico, divertente e trendy. A riprova, è possibile, anche consigliato, farcire la pizza con condimenti classici o funky dal cheddar inglese con bacon caramellato alla cremosa burrata o salsa mayo piccante per prezzi che vanno da 9 € per la margherita Mama Queen B a 18 € per i tartufi . Se la tecnologia serve la velocità a pranzo, altrimenti di notte, il ritmo cambia. Fai spazio a esperienze, contatti e scambi con il servizio al tavolo, che il location manager William Moreau, un professionista della ristorazione, vuole gestire.

Il nostro concept è unico in Francia, vivace, divertente, italianissimo con accento newyorkese, Jonathan Jablonski

Nel ritmo di oggi

Se la regina intende regnare con vigore durante i pasti, rimarrà sovrana su tutti gli altri momenti della giornata che desidera godersi dalla mattina alla sera. Con una varietà di dolci, buoni per uno spuntino mattutino, per il tocco finale di un pasto o per uno spuntino pomeridiano. C’è ovviamente l’epitome del dolce italiano, il tiramisù (fatto in un laboratorio casalingo come un pezzo di pasta) che mira a caratterizzare il carattere deciso del marchio, contorto e disponibile in 5 gusti (4,9€ per un caffè classico a € 5,5 per un classico caffè). altro). C’è anche una domenica come in America, la pizza alla Nutella (perché ci vuole, dicono), prima dell’arrivo di due cheesecake, una al limoncello, l’altra all’amaretto. Ma questo nuovo arrivato nella divisione ristorazione Val d’Europe vuole essere presente anche a modo suo, dall’Happy Hour all’Aperitivo con la sua tavola condivisa e la carta dei cocktail, con o senza alcol. Basta passare attraverso le offerte per rivederla, la sfacciata regina ha fatto quello che vuole con un classico italiano. La prova è che lo Spritz diventa Love con il suo sciroppo di rose e lamponi o frenesia con le sue foglie di limoncello e basilico.

Regina d'Italia

Eric Dujourdh’hui (RD Finance) e Jonathan Jablonski (JAB Enterprise), co-fondatori di Italian Queen con Georges Meurisse

Come sottolinea Jonathan Jablonski, “abbiamo mandato roba pesante” e la Regina d’Italia può già mostrare un po’ di muscoli. Con un biglietto medio target di 16 euro a pranzo e 20 euro la sera, quella che vuole essere la regina del Napoli punta a un fatturato di oltre 2,5 milioni di euro nel primo anno. Certo, lo sponsor lavorerà già in 2 sedi in futuro.

Trova Jonathan Jablonski che presenterà l’Italian Queen allo Snacking Congress del 7 giugno.

Fedele Golino

"Giocatore. Baconaholic. Secchione di viaggio. Specialista della cultura pop. Imprenditore. Sottilmente affascinante sostenitore di Internet. Esperto di birra."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.