Muore a 65 anni il presidente del Parlamento europeo

  • Il politico è ricoverato da due settimane in centro Italia a causa di una grave disfunzione del sistema immunitario

presidente di Parlamento europeoè morto il socialista David Sassoli nelle prime ore di questo martedì in un ospedale in Italia dove è stato curato due settimane fa, ha confermato il suo portavoce, Roberto Cuillo. Sassoli, 65 anni, è morto martedì alle 01:15 presso il Centro di Riferimento Oncologico della città di Aviano, in provincia di Pordenone, nel nord-est del Paese, dove era ricoverato in ospedale.

Il socialista italiano è ricoverato in ospedale dal 26 dicembre a causa di gravi complicazioni causate da disfunzioni del sistema immunitario. Dopo aver contratto la polmonite lo scorso settembre da legionella, Sassoli aveva trascorso più di due mesi a riprendersi e solo da poco è tornato all’attività politica quando il 26 dicembre è stato nuovamente ricoverato in un ospedale italiano. La sua voce non è stata pubblicata fino a questo lunedì, quindici giorni dopo, quando il suo portavoce ha annunciato la cancellazione di tutti i suoi atti pubblici. A seguito dell’annuncio, i social network dei vertici delle istituzioni europee e dei capi di alcuni dei principali gruppi al Parlamento europeo, nonché la classe politica italiana, sono stati colmi di segnali di sostegno e affetto per il presidente europeo. Parlamento.

giornalisti e politici

Il socialdemocratico italiano, che prima di entrare in politica ha avuto una lunga carriera giornalistica, è stato nominato presidente del Parlamento europeo nel luglio 2019 ed è nell’ultima settimana del suo mandato, poiché martedì prossimo il Parlamento europeo eleggerà un nuovo presidente raggiungendo questo obiettivo punto intermedio legislativo (2019-2024).

Questa è la prima volta nella storia del Parlamento europeo che un presidente in carica muore. Secondo il regolamento interno del Parlamento europeo, il primo vicepresidente deve fungere da presidente fino all’elezione di un successore. In questo caso, il primo vicepresidente è Roberta Metsola Malta, del Partito popolare europeo, che è già la favorita a subentrare nell’aggiornamento della leadership del Parlamento europeo in programma la prossima settimana a Strasburgo (Francia).

La reazione di Von der Leyen

Il presidente della Commissione europea si è detto “profondamente” addolorato per la morte di Sassoli, che ha definito “un grande europeo e un orgoglioso italiano”. “Sono profondamente addolorato per la terribile perdita di un grande europeo e orgoglioso italiano”, ha detto von der Leyen sul suo account Twitter ufficiale.

Sassoli è stato “un giornalista compassionevole, un presidente eccezionale del Parlamento europeo e, soprattutto, un grande amico”, ha detto il politico tedesco, dopo aver assicurato che “i suoi pensieri sono con la sua famiglia”. “Riposa in pace, caro David!” Von der Leyen ha chiuso il suo tweet in italiano.

Duello del governo spagnolo

Presidente del governo spagnolo, Pedro Sanchez, ha pianto la morte di Sassoli, che ha definito “un amico progressista, un grande difensore dei valori europei, che in questi anni ha lavorato con vigore per un’Ue più unita e sociale durante la pandemia”. “Tutto il mio amore per la famiglia e gli amici di David”, ha concluso Sánchez in italiano in un messaggio su Twitter.

In Spagna, il Ministro dei consumi, Alberto Garzon, e Secondo Vice Presidente e Ministro del Lavoro, Yolanda Diaz, Hanno pianto la morte del Presidente del Parlamento europeo questo martedì. “Un uomo progressista con profonde convinzioni democratiche. Una perdita terribile”, ha trasferito il responsabile di Consumi in un messaggio che ha pubblicato sul suo profilo sul social network Twitter. “Una triste notizia”, ​​ha concluso.

Allo stesso modo, Díaz ha elogiato il suo “buon lavoro, capacità di dialogo e impegno incrollabile per i valori umanisti”. “Si tratta, senza dubbio, di un’enorme perdita per le famiglie europee”, ha assicurato. Il Ministro del Lavoro porge le sue più sentite condoglianze a quanti gli sono più vicini che dal 2019 è Presidente del Parlamento Europeo in questi tempi difficili.

Nato a Firenze nel 1956 e padre di due figli, Sassoli è considerato una figura conciliante. Come socialista, mantenne buoni rapporti con il Vaticano e la Chiesa cattolica, anche grazie ai suoi rapporti con i gesuiti. La morte di Sassoli arriva pochi giorni prima del 18 gennaio, quando è previsto il rinnovo del presidente del Parlamento europeo, anche se ha già annunciato l’intenzione di non candidarsi più.

Processo elettorale al Parlamento europeo

Notizie correlate

Quella La morte di Sassoli coincide con la preparazione al voto nuovo presidente del Parlamento europeo nella sessione plenaria che inizierà la prossima settimana a Strasburgo. Il mandato dell’Italia, eletto per i primi due anni e mezzo di legislatura nell’ambito di un accordo raggiunto dai tre principali gruppi politici alla Camera nel luglio 2019, scade il 18 gennaio, data in cui il Parlamento europeo dovrà eleggere un nuovo presidente. Il calendario previsto, come confermato dal portavoce del Parlamento europeo, Jaume Duch, viene mantenuto nonostante una conferenza presidenziale che confermerà, come di consueto, l’ordine del giorno definitivo della riunione di giovedì.

Da martedì i candidati alla guida dell’agenzia sono tre: il Malta Roberta Metsola (PPE)Quello L’ultraconservatore polacco Kosma Zlotowski (ECR) e Sira Rego Spagna (IUE) anche se i Verdi hanno deciso di proporre anche loro un proprio candidato, gli svedesi Alice Kuhnke. In ogni caso, il grande favorito resta Democristiano, primo vicepresidente dell’attuale Parlamento europeo ea chi corrisponderà l’esercizio del presidente fino all’elezione della scarcerazione di Sassoli. Secondo i regolamenti interni, spetta al vicepresidente, con ordinanza, assicurare la presidenza in assenza del presidente, e primo tra questi è Metsola. “Il mio cuore è spezzato. L’Europa ha perso un leader, io ho perso un amico e la democrazia è un campione. David Sassoli ha dedicato la sua vita a rendere il mondo un posto migliore e più giusto”, ha detto martedì. metola.

Zita Russo

"Comunicatore esasperante umile. Creatore hardcore. Fanatico dell'alcol in generale. Tipico sostenitore degli zombi."