Mauricio Macri è autorizzato a lasciare il Paese e gareggerà nella Coppa del Mondo di Bridge

ex presidente Maurizio Macri si recherà in Italia, Spagna, Qatar e Stati Uniti tra il 25 marzo e il 9 aprile, autorizzato dalla Magistratura in un caso di presunto spionaggio illegale ai danni dei parenti di 44 membri dell’equipaggio morti nell’affondamento del sottomarino ARA San Juan, fonti giudiziarie segnalato ieri. Non sarà solo una visita di protocollo a causa delle sue condizioni di ex Capo di Stato, ma andrà a competere nel 45° Campionato Mondiale di Bridge, che si svolgerà nella città italiana di Parma. Questo è confermato a NAZIONE fonti nel tuo ambiente.

Lanusse aveva chiesto nella lettera di mantenere riservati i dettagli dell’itinerario per proteggere la privacy di Macri. Nella decisione che l’ha approvata, il giudice Giuliano Ercolini Ha precisato il paese di destinazione e la data del viaggio di ritorno, oltre a riaffermare il suo obbligo di notificare al tribunale il suo ritorno in quel paese, ma non è stato indicato il motivo del viaggio o il luogo di alloggio.

Macri è stato autorizzato questo mese a recarsi in Uruguay, l’8 e il 9; e Miami, Stati Uniti, dal 13 al 21. Lanusse ha chiesto che i suoi scopi siano mantenuti “in riserva” per evitare che “l’intimità e la privacy” siano “sopraffatte”, una causa che rappresenta i parenti dei membri dell’equipaggio uccisi in ARA San Juan. I dettagli di viaggio autorizzati sono riportati “per iscritto e separatamente” per “evitare di sopraffare, come è avvenuto in passato in questo caso, l’intimità e la privacy a tutela del sig. Mauricio Macri come derivazione motivata del giusto processo, della difesa in tribunale e dell’innocenza.

Di fronte a questa proposta, la denuncia dei familiari rappresentati dall’avvocato Valeria Carreras ha archiviato un diniego della “procedura protetta” per “falso sulla presunta ‘tutela della loro privacy’ e per aver sottratto questa denuncia al controllo adeguato”. In conclusione, Ercolini ha autorizzato il viaggio e ha dettagliato la destinazione: “Regno di Spagna, Repubblica d’Italia, Stato del Qatar e Stati Uniti d’America” ​​dal 25 marzo al 9 aprile compresi, secondo fonti giudiziarie.

Macri è un normale giocatore di bridge, gioco di carte per quattro giocatori in coppia. Nell’agosto dello scorso anno ha giocato un torneo online in Cile ed è uscito vittorioso, secondo l’agenzia Télam pubblicata ieri.

Macri è sotto processo con l’accusa di spionaggio illegale contro i parenti delle vittime ARA San Juan insieme agli ex capi dell’AFI nel suo governo, Gustavo Arribas e Silvia Majdalani, tra gli altri imputati. Tale decisione è stata impugnata ed è al vaglio della Camera I della Camera Federale di Buenos Aires, dopo che la causa è stata trasmessa dal Giudice Federale Dolores al Tribunale di Comodoro Py.

Macri lascia la corte di DoloresSantiago Filipuzzi, inviato speciale

“Finché la loro situazione rispetto al processo non sarà modificata e la richiesta sarà accolta, alla fine continuerà in una direzione favorevole; ma è dovere di formulare l’istanza in questione a questa sede”, ha detto il giudice.

Ad oggi, Macri ha mostrato la sua “soggettività” al processo e ha adempiuto “gli obblighi a lui imposti”, ha concluso.

Il 1° dicembre, l’ex presidente è stato processato dal giudice federale Dolores, Martín Bava, per aver spiato i parenti di un sottomarino. Lo scorso febbraio, questo giudice ha inviato il caso al Tribunale federale delle pensioni e resta alla guida di Ercolini, mentre il ricorso dell’accusa ha dovuto essere analizzato dai giudici della Camera federale I, i giudici Pablo Bertuzzi, Mariano Llorens e Leopoldo Bruglia, chiedendo loro di ritirarsi dalla causa, che era in attesa di definizione.

Zita Russo

"Comunicatore esasperante umile. Creatore hardcore. Fanatico dell'alcol in generale. Tipico sostenitore degli zombi."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.