Madrid chiarisce la sua politica “bypassare” “La Fábrica”

Il settore giovanile del Real Madrid, chiamato da Alfredo Di Stéfano come La Fábrica, continua a produrre ottimi giocatori, ma a quanto pare non per la prima squadra. Zidane e Ancelotti, i nuovi allenatori del merengue, hanno fatto molti esordi in accademia, ma nessuno si è consolidato in prima squadra. E sembra che accadrà di nuovo con Giocatori come Miguel Gutiérrez, Arribas o Antonio Blanco nella prossima stagione, dopo essere stati convocati in prima squadra, sono finalmente scomparsi. dai piani del tecnico italiano, però, o di qualsiasi altra squadra che ha bussato alla porta del Real.

Diverse squadre, dentro e fuori la Spagna, sono interessate a prendere uno di questi tre giocatori e pochi altri. Peter Federico è nel mirino del City e Chust ha un’offerta dal calcio italiano. Sembrava che fosse il destino della giovane rosa bianca, il cui consolidamento in prima squadra era loro praticamente proibito. In quella prima squadra, infatti, ci sono solo due giocatori locali: Carvajal e Nacho. I due difensori sono stati gli unici a guadagnarsi un posto tra i primi, anche se Carvajal ha dovuto andare in prestito alla Germania per un anno, quindi il Real Madrid ha capito di avere un terzino che poteva essere il migliore. C’era anche Mariano, che è andato al Lione ed è tornato come acquisto, ma è diventato un sostituto perpetuo.

La verità è che La Fábrica ha prodotto ottimi giocatori che hanno debuttato in prima squadra sotto Zidane e Carletto, ma sono usciti dalla porta sul retro, quasi sempre in un’altra squadra della Liga. Uno di questi giocatori era Raúl de Tomás, nazionale spagnolo, che Ancelotti ha esordito nella prima squadra bianca, ma ha finito per lasciare l’anno successivo.

Un altro giocatore che ha lasciato il Real con una decisione che ha causato non poche polemiche è stato Achraf. L’esterno sarebbe stato chiamato a sostituire Carvajal sulla fascia destra, ma tra un prestito e un’opzione di riacquisto non esercitata, ha finito per lasciare il Bernabéu a titolo definitivo. Zidane sembrava avere grande fiducia nel marocchino, ma il giocatore ha lasciato il club bianconero nel 2018 e non è tornato. In prestito per i primi due anni al Dortmund, al rientro passò all’Inter e da lì al PSG.

l’ultimo della lista

Il futuro di Mad Mario è nell’aria. Il difensore centrale catalano dell’Accademia dei Bianchi non ha un posto a priori nella difesa di Ancelotti e sembra difficile per lui continuare un altro anno al Castilla, motivo per cui ci sono diverse squadre interessate alla sua situazione con l’obiettivo di inserirlo nella loro disciplina.

In particolare c’è un forte interesse da parte della Lazio, che lo ha messo nel mirino e ha in programma di sferrare un attacco per portare in Serie A un promettente difensore centrale. Tuttavia, Gila è stato collegato ad altre squadre della Liga Santander come Getafe e Rayo Vallecano, opzioni che, in termini di prestito, potrebbero essere più redditizie dal punto di vista del Real Madrid.

Alberto Baroffio

"Lettore certificato. Zombie geek. Avido esperto di alcol. Tipico fanatico del cibo. Praticante di viaggio."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.