L’Italia indosserà le maglie adidas dal 2023

E’ ufficiale, adidas è il nuovo partner di scelta italiana! A partire dal 2023, l’Italia indosserà le maglie adidas.

Pochi giorni fa, PUMA ha annunciato il suo arrivo al calcio ufficiale di Serie A per la stagione 2022-2023. Una notizia forte per il marchio del gatto ma che ha dovuto essere subito spazzata via da notizie ancora più importanti perché dopo 20 anni nella maglia da calcio della Squadra Azzurra, PUMA ha perso il suo posto come fornitore di attrezzature e che adidasil suo miglior nemico, che ha preso il suo posto!

“L’annuncio della partnership con adidas è motivo di orgoglio per la FIGC”

adidas in maglia Italia!

Germania, Spagna, Argentina, Belgio e ora Italia. A partire dal 2023, adidas potrà contare su un fantastico quinto posto in termini di nazionali a contratto. Già presente (ma spesso dimenticato) sulle maglie italiane negli anni ’70, il marchio a tre strisce farà un grande ritorno in azzurro al termine del Mondiale 2022.
.

Maglia italiana di PUMA

Storia di selezionati produttori italiani di apparecchiature:
.

PUMA: Dal 2003
Kappa: 1999-2002
Nike: 1995-1998
Diadora: 1986-1994
Inferno: 1985
Le Coq Sportif: 1980-1982
Baila: 1978
adidas: 1974

L’annuncio della partnership con adidas è un onore per la FIGC. Questa collaborazione è un passo fondamentale per aumentare il nostro appeal commerciale e rafforzare il nostro processo di sviluppo del marchio sia in Italia che all’estero. La passione e l’entusiasmo che ritroviamo in adidas sono gli stessi che la Federazione Italiana approfondisce ogni giorno nella promozione di tutte le Nazionali italiane e del calcio italiano, a tutti i livelli. spiega il presidente della Figc, Gabriele Gravina.

Con l’avvicinarsi del periodo di presentazione della maglia della Coppa del Mondo 2022, PUMA presenterà la maglia finale della sua partnership con la FIGC. Qualche mese fa, abbiamo ricordato che il marchio cat ha approfittato del raduno internazionale di Squadra Azzurra per presentare la sua nuova tecnologia ULTRAWEAVE, che ora deve fare a meno del suo Paese di punta sul suolo europeo.

Kasper Rørsted, CEO di adidas, ha dichiarato: Siamo molto orgogliosi di annunciare questa partnership a lungo termine con la Federcalcio italiana. Siamo lieti che una delle squadre nazionali di maggior successo si unisca al nostro portafoglio di federazioni internazionali, insieme ad altri giganti come DFB (Germania), RFEF (Spagna), AFA (Argentina) e RBFA (Belgio) e non vediamo l’ora di raggiungendo insieme grandi traguardi. » .

Hai nostalgia della maglia PUMA in Italia o sei stato sconfitto dall’arrivo di adidas in maglia azzurra?

Zita Russo

"Comunicatore esasperante umile. Creatore hardcore. Fanatico dell'alcol in generale. Tipico sostenitore degli zombi."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.