La guerra per i diritti e l’immagine di Maradona: denunciate le parole di Dalma e dell’imprenditore italiano

Stéfano Ceci ha incontrato Diego Maradona come suo idolo da bambino. Anni dopo sono diventati amici e soci (@stefanoceci10)

“È giusto chiarire alcune delle cose che sono state dette su di me. Grazie”ha scritto sul suo social network Stefano CeciImprenditore italiano a cui figli ed eredi universali Diego Maradona Hanno sporto denuncia penale per l’uso di immagini e marchi firmati dallo stesso ex calciatore, trasferendoli per 15 anni. L’uomo che attualmente vive a Dubai ha rilasciato una dichiarazione a seguito delle accuse pubbliche da cui ha ricevuto Dalma Maradonache lo tratta come un truffatore sul suo social network.

In sua difesa, Ceci – che conobbe Maradona da bambino e anni dopo divenne amico e poi coppia – fece notare che il 17 agosto dello scorso anno DT gli aveva concesso il diritto di utilizzare la sua immagine a fini commerciali. “In qualità di licenziatario, hai il diritto di utilizzare l’immagine del signor Diego Armando Maradona commercialmente per un periodo di 15 anni. In base al contratto, il signor Diego Armando Maradona ha diritto al 50% di tutti gli utili netti ottenuti nell’esercizio di questi diritti”.leggi la scritta.

“Dopo la morte del Sig. Diego Armando Maradona, tramite il Dott. Carlos O. Gruneisen, per mio conto, comunico volontariamente al Tribunale Municipale di La Plata, competente in materia di successione, il contratto concluso in conformità ai predetti diritti. Allo stesso tempo, continuavo a dire al Dr. Baglietto nella sua qualità di amministratore nominato in successione e Ho provveduto a consegnare il conto e depositato il 50% dell’importo guadagnato ed è secondo il signor Diego Armando Maradona, e oggi ai suoi eredi legalisecondo le indicazioni del Tribunale”, rassicurando Ceci delle sue precedenti azioni Diego Junior, Dalma, Gianinna, Jana e Dieguito Fernando (rappresentato da sua madre, Verónica Ojeda, da minorenne).

Infine Stefano Ceci ha aggiunto: “Ho sempre rispettato e rispetterò la volontà di Diego Armando Maradona e la legge”.

Liberazione di Stéfano Ceci davanti al procedimento penale dell'erede Diego Maradona (Instagram)
Liberazione di Stéfano Ceci davanti al procedimento penale dell’erede Diego Maradona (Instagram)

GUARDA ANCHE Chi è il tifoso italiano che è stato penalmente denunciato dai figli di Maradona: Diego gli ha regalato il marchio a vita

Poco dopo il comunicato di Stéfano Ceci, Dalma Maradona -che in precedenza ha espresso espressione sui suoi social- è tornato sul suo account Instagram indicando l’imprenditore italiano. “La tua lettera di spiegazioni è molto bella, ma, come il tuo partner, non stai dicendo la verità”, ha assicurato l’attrice, che ha poi elencato i punti su cui non era d’accordo.

Lì, lo ha sostenuto il contratto di affidamento è stato risolto il 3 maggio di quest’anno “con atto notarile” e viene notificato all’e-mail contenuta nel documento. “Dimentica inoltre che il contratto è soggetto al diritto argentino e che, oltre alla risoluzione dell’inadempimento, La cancellazione della sessione dei diritti di immagine può essere effettuata liberamente. Nella legge è stabilito che votano e che è incluso nel contratto”.ha aggiunto la figlia Claudia Villafañe.

“A causa di tutto questo, ciò che lui chiama aggressività non è altro che… un atto di difesa contro la sottomissione di chi ha violato in modo vergognoso i nostri diritti”, ha sottolineato Dalma Maradona.

Le parole di Dalma Maradona a Stéfano Ceci
Le parole di Dalma Maradona a Stéfano Ceci

CONTINUA A LEGGERE:

Cosa sta facendo Claudia Villafañe e dove si trova durante la premiere di Sueño Bendito, la serie di Diego Maradona
Hilda Bernard compie 101 anni: la storia del “cattivo” più amato in televisione
Le parole di Araceli González dopo che Toto ha detto di essere stato maltrattato da bambino: “La prima cosa che ho fatto è stata abbracciare mio figlio, nidificarlo”
Nicki Nicole presenta il suo nuovo album: “Non sono solo ciò che do, ma anche ciò che ascolto”

Zita Russo

"Comunicatore esasperante umile. Creatore hardcore. Fanatico dell'alcol in generale. Tipico sostenitore degli zombi."