Incredibile scoperta di un branco di undici dinosauri in Italia

Un nuovo articolo pubblicato sulla rivista Naturale dettaglia il ritrovamento in Italia di undici fossili di dinosauri che potrebbero aver fatto parte della stessa mandria. Tra questi ci sono gli esemplari più grandi e completi mai trovati nel paese.

Incredibile scoperta di undici dinosauri

L’Italia non è proprio la “terra dei dinosauri”. Nel sito sono stati scavati solo pochi esemplari, per lo più negli ultimi tre decenni. Tuttavia, recenti scoperte evidenziano che ci sono ancora alcune gemme paleontologiche nascoste nel paese. Alcuni mesi fa, i ricercatori hanno isolato nientemeno che undici dinosauri nel sito del Villaggio del Pescatore, un’antica cava di calcare nei pressi della città di Trieste.

Tutti sono erbivori ornitopodi della specie Tethyshadros insularis. Questo dinosauro viveva intorno ottanta milioni di anni e può raggiungere cinque metri di lunghezza. Questo branco comprende lo scheletro di dinosauro più grande e completo mai trovato in Italia. I paleontologi hanno chiamato l’esemplare “Bruno”.

Nel 1996, nello stesso sito fu scoperto uno scheletro quasi completo e simile di un dinosauro soprannominato “Antonio”. Inizialmente, i ricercatori hanno poi ipotizzato che si trattasse di una “specie nana”. E per una buona ragione, l’arcipelago europeo un tempo era caratterizzato da una massa continentale altamente frammentata. Tuttavia, è probabile che un tale ambiente porti allo sviluppo di dinosauri isolani molto piccoli.

Tuttavia, nuove scoperte sfidano questa ipotesi. Contrariamente a quanto si credeva in precedenza, Antonio non era un dinosauro nano, ma un giovane. E potrebbe appartenere allo stesso gregge.

Geologia e contesto geografico del Villaggio del Pescatore (VdP). Il simbolo della stella segna la sua posizione relativa nella paleogeografia dell’antico oceano di Teti. Credito: Alfio A. Chiarenza et al. (2021), Rapporti scientifici naturali.

Ambiente semi marino

Alla fine del Cretaceo, questi dinosauri si sono evoluti in ambienti tropicali, caldi e umidi. Il sito del Villaggio del Pescatore era anche più vicino all’acqua di quanto non lo sia oggi, essendo posto sulle rive dell’antica rotta del Mar Mediterraneo. La scoperta di fossili di pesci, coccodrilli, rettili volanti e piccoli gamberetti accanto a questo branco di dinosauri fornisce ulteriori prove.

dinosauro italiano
Rappresentazione artistica del Tethyshadros. Credito: Nobu Tamura

Infine, ricorda che alcune settimane fa, i paleontologi hanno dettagliato la scoperta di un gruppo di dinosauri primitivi altamente conservati che mostravano segni di un complesso comportamento sociale molto tempo fa. 193 milioni di anni. In altre parole, secondo lo studio, alcune specie si erano effettivamente evolute in branchi in quel lontano periodo.

Zita Russo

"Comunicatore esasperante umile. Creatore hardcore. Fanatico dell'alcol in generale. Tipico sostenitore degli zombi."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.