GLOSA: Bomber non è più solo, un’altra bella notizia per ilhav

Non ci sono mai abbastanza buone notizie. Il cannone Barák in Italia è stato un’altra grande spinta per la nazionale prima del sorteggio chiave di marzo nella battaglia per la promozione ai Campionati del Mondo in Qatar.

Inoltre, l’anno scorso la nazionale ceca non è finita in uno stato d’animo ideale. Ha concluso il girone di qualificazione con una maratona di quattordici nomi (Bořil, elůstka, erný, Hložek, Hovorka, Jankto, Kadeřábek, Kalas, Kdela, Provod, Schick, Staněk, evčík, Wiesner) anche fuori dal Galles. Sul fronte del pareggio, lo sbarramento era quindi tra i non schierati, il che alla fine potrebbe rivelarsi un grosso problema.

Tuttavia, gran parte di ciò stesso può essere considerato dagli ottimisti come un punto di svolta. Quando sembrava che i cechi fossero irrevocabilmente diretti verso un’ultima partita mortale con Italia e Portogallo, Lothar Matthäus li ha mandati in Svezia all’ultimo minuto. In termini di progresso, il pane sarebbe poi spezzato o in Polonia o in Russia. Ha lasciato che le speranze ceche vivessero davvero …

È importante che Marodka lasci la nazionale. La maggior parte ha saltato la caduta sia giocando che in allenamento. E l’allenatore Jaroslav ilhav si è iscritto al prestigioso campionato a gennaio dopo aver perlopiù buone notizie.

Patrik Schick ha continuato in Bundesliga e continua a essere in cima alla classifica dei tiratori. Vladimír Coufal è tornato alla formazione base degli Hammers in Inghilterra, il compagno di squadra Tomáš Souček è stato sollevato dalla malattia. Jakub Jankto torna nel campionato spagnolo.

Ci piace il fatto che Lothar Matthäus l’abbia disegnato come lo ha disegnato, Jaroslav ilhav soddisfattoVideo: Sport.cz, FACR

Il centrocampista ventisettenne Antonín Barák ha segnato una tripletta importante in Serie A e in questa stagione è salito a otto gol in campionato. Nelle tradizionali valutazioni analitiche, è vicino alla top ten, segnando un massimo di 9,8 ed è stato il miglior legionario ceco del fine settimana.

Naturalmente, lo strabismo sapeva cosa c’era dentro molto tempo fa. Barák è stato fermato anche da un infortunio a lungo termine. Tuttavia, l’EURO dell’anno scorso è seguito ed è cresciuto in Italia negli ultimi mesi. È uno di quei giocatori la cui nazionale non ha molto.

Schick, Souček, Barák, Coufal et al. aggrappandosi all’esterno. Prima dell’inizio della primavera del campionato nazionale, sia lo Slavia che gli Spartans hanno goduto di una preparazione invernale adeguata dopo un anno di pausa, che dovrebbe riflettersi anche nelle loro prestazioni. Se la nazionale si unisce per un evento chiave, può ancora pensare in alto.

Pavel Dosadil

L’editore di calcio Pavel Dosadil si occupa di giornalismo sportivo dal 1990 e ha lavorato per Sport.cz negli ultimi tredici anni. Dal 2000 è reporter a tutti i Campionati Europei, ai Campionati del Mondo e alle partite di Coppa dei Campioni.

Zita Russo

"Comunicatore esasperante umile. Creatore hardcore. Fanatico dell'alcol in generale. Tipico sostenitore degli zombi."