Cosa significa il piano italiano? Si sono rifiutati di commentare e la Russia ha detto: “stiamo valutando”

Andrei Rudenko, vice ministro degli Esteri russo, ha affermato che Mosca sta valutando un piano di pace italiano per risolvere il conflitto in Ucraina.


Fonte: B92

EPA-EFE / ALESSANDRO GUERRA

“Abbiamo ricevuto la bozza del piano e la stiamo valutando”, ha detto Rudenko ai giornalisti.

Disse che non erano in corso trattative con l’Italia e che la Russia si sarebbe annunciata in seguito sulla questione.

A proposito, l’Italia ha presentato qualche giorno fa un piano di pace per il conflitto in Ucraina. Il piano è stato presentato al segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres e si compone di quattro punti.

“Stiamo lavorando con partner e alleati, compresa l’Ucraina, per un accordo di pace”, ha detto un portavoce della Farnesina, che non ha voluto fornire ulteriori dettagli sull’accordo stesso.

Segui QUI le ultime notizie dal Fronte Orientale.

Il portavoce Antonio Guterres ha rifiutato di commentare il documento.

“L’accordo prevede un cessate il fuoco locale, per organizzare l’evacuazione dei civili e creare le condizioni per un cessate il fuoco globale, che porterà a una pace a lungo termine”, ha affermato venerdì il ministro degli Esteri italiano Luigi di Mayo.

La Repubblica ha precedentemente riferito sulla proposta, con punti che riflettono in gran parte i commenti fatti pubblicamente dal premier Mario Draghi e da altri leader dell’Europa occidentale.

Il primo passo di un accordo di pace, secondo i media, è un cessate il fuoco e la smilitarizzazione al fronte.

Il secondo punto prevede che l’Ucraina diventerà uno Stato neutrale, con la sicurezza garantita da un gruppo di Stati non ancora identificati. Lo schema di questa parte del piano sarà discusso alla conferenza di pace.

Il terzo punto è l’accordo bilaterale tra Russia e Ucraina per chiarire il futuro della Crimea e del Donbas. L’accordo riguarderà i diritti culturali e linguistici e garantirà la libera circolazione delle persone, delle merci e dei capitali. Il piano, come afferma La Repubblica, suggerisce che Crimea e Donbas avranno una quasi piena autonomia, anche in materia di difesa, ma entreranno a far parte dell’Ucraina.

Il quarto punto è un accordo di pace multilaterale tra Unione Europea e Russia, che includerà il ritiro graduale delle truppe russe dall’Ucraina e la revoca delle sanzioni occidentali contro Mosca.

Seguici su di noi Facebook io Instagram pagina, Twitter Account e unisciti a noi Viber Pubblico.

Gaetana Giordano

"Secchione della cultura pop amatoriale. Tvaholic. Guru del bacon sottilmente affascinante. Pioniere del caffè. Appassionato di cibo impenitente. Appassionato di zombi."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.