Blanco e Mahmood rappresenteranno l’Italia all’Eurovision dopo aver vinto a Sanremo | cultura e divertimento

Il duo formato da Blanco e Mahmood, con il loro brano Brividi (Shiver) rappresenterà l’Italia al prossimo Eurovision Song Contest, dopo aver vinto a Sanremo, grande concorso italiano di canti leggeri in cui la spagnola Ana Mena è arrivata penultima, in ventiduesima posizione.

Grandi favoriti dall’inizio del festival, Blanco, 18 anni, e Mahmood, 29 anni, hanno vinto con autorevolezza dopo la quarta giornata con una canzone già in testa alla classifica mondiale dello streaming, davanti a Elisa, 21 anni, e Gianni Morandi, 77 anni e che tornato 22 anni dopo al box di Sanremo.

“È fantastico, tre generazioni sul podio”, ha detto il veterano Morandi, uno dei cantanti italiani più apprezzati degli ultimi decenni, che ha vinto nel 1987 allo stesso festival, che si è esibito anche nel 2011 e nel 2012.

Blanco e Mahmood, ultimi vincitori nel 2019 e secondi all’Eurovision quell’anno, hanno sostituito il gruppo Roman Maneskin, che, dopo una vittoria a Sanremo, ha vinto l’Eurovision l’anno scorso ed è diventato uno dei più grandi fenomeni musicali dell’anno in tutto il mondo.

Il duo vincitore della 72a edizione di Sanremo, che si distingue per voce oltre che per outfit, rappresenterà l’Italia al prossimo Eurovision Song Contest, dal 10 al 14 maggio a Torino (nord) dopo la vittoria di Maneskin, tornato all’Italia un “microfono di cristallo” che non è stato pubblicato dall’ultima vittoria, quella del 1990.

La spagnola Ana Mena, nota in Italia per i “tormentoni” (canzone estiva), ha concluso alle spalle dopo l’ultimo giorno con la canzone “Duocentomilla ore” (“Duocentomilla ore”), che, come il primo giorno , è vestita di rosso.

La 24enne di Malaga è salita di una posizione, finendo ultima al debutto, la prima volta in sette anni che uno straniero gareggia a Sanremo dal Belgio-Canada Lara Fabian nel 2015.

Tra i partecipanti a questa edizione di Sanremo, che consiste in un misto di giovani e veterani, ci sono nomi della musica classica leggera italiana, come Massimo Ranieri o Iva Zanicchi, e Achille Lauro, noto per le sue avanguardie, stile moderno. da La Rappresentante su Lista, oltre al duo vincitore.

Come in altre edizioni del festival, fondato nel 195, si articola in cinque giornate piene di ospiti di ogni genere, dalle star del cinema e della musica a scrittori come Roberto Saviano, sotto scorta sotto le minacce della camorra napoletana.

Non dimenticate di rendere omaggio l’ultimo giorno a Lucio Dalla e Raffaella Carr, con l’anteprima del musical “Explota Explota”, con i brani della star televisiva scomparsa lo scorso luglio. EFE

signor/agg

(Foto)

Zita Russo

"Comunicatore esasperante umile. Creatore hardcore. Fanatico dell'alcol in generale. Tipico sostenitore degli zombi."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.