14 morti e un bambino di cinque anni gravemente ferito dal crollo della funivia nel nord Italia | Internazionale

14 persone sono morte, tra cui un bambino di 9 anni, e un altro bambino di 5 anni, in gravi condizioni dopo il crollo della cabina della funivia in cui viaggiavano sulle rive del Lago Maggiore, vicino alla città di Stresa, in Italia. , nel nord del Paese e vicino al confine con la Svizzera, come confermato dai servizi di emergenza. Il numero totale dei passeggeri a bordo è sconosciuto, anche se inizialmente le squadre di soccorso avevano parlato di almeno 15 persone. I due bambini sono stati trasportati in aereo all’ospedale di Torino, ma il maggiore è sopravvissuto a malapena per diverse ore. La causa dell’incidente è ancora sconosciuta, ma secondo la prima ricostruzione i cavi che sostengono la funivia si sono rotti nella parte più alta del percorso, che supera i 1.400 metri sul livello del mare, sul monte Mottarone e quando sono andati persi 300 metri a raggiungere la stazione.

Carabinieri (Ufficiali di polizia italiani) e diverse squadre tecniche di soccorso alpino si sono spostate sul luogo dell’incidente, con qualche difficoltà, in quanto la zona boschiva con forti pendenze dove è caduta la cabina è impraticabile via terra. Sulla strada per il Mottarone un camion dei pompieri si è ribaltato, ma nessun soccorritore è rimasto ferito. Le autorità hanno anche bloccato le strade che portano alla cima della montagna.

Il sindaco di Stresa, Marcella Severino, che si trovava sul luogo dell’incidente, ha raccontato ai media che diversi testimoni che avevano assistito all’accaduto avevano visto “come la cabina si è spostata rapidamente all’indietro e poi, all’altezza dell’albero maestro, ha fatto una virata ed è stato colpito da una fucilata”. .”

La funivia che collega il Lago Maggiore con il Monte Mottarone in 20 minuti di viaggio, è stata riaperta appena un mese fa dopo essere stata chiusa a causa della pandemia, in concomitanza con la riapertura delle attrazioni turistiche dopo il lockdown. Inoltre, tra il 2014 e il 2016 l’impianto è stato chiuso per manutenzione e la società Leitner de Vipiteno lo ha ristrutturato, con un investimento complessivo di quattro milioni di euro. Durante i lavori è stata effettuata una revisione completa dell’intera infrastruttura.

La costruzione della linea ha richiesto tre anni ed è entrata in funzione nel 1970, sostituendo la vecchia ferrovia. La zona è solitamente molto frequentata da gente del posto e turisti. Diversi decenni fa, i giornali americani Ora di New York elenca il Mottarone come uno dei dieci luoghi più belli del mondo, con vista panoramica sul lago, le Isole Borromee e le Alpi circostanti. Tra le principali attrazioni del sito, ideali per l’escursionismo, il parapendio e la mountain bike, ci sono i giardini botanici Alpinia e il parco divertimenti Alpyland. Durante l’inverno gli sciatori utilizzano la funivia per accedere a 17 piste che si trovano tra i 1.491 e i 1.270 metri, ma in questa stagione il comprensorio sciistico rimane chiuso a scopo precauzionale per evitare la diffusione del coronavirus.

Unisciti a EL PAÍS per tenerti aggiornato su tutte le notizie e letture illimitate.

cliente

Il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha inviato un messaggio di cordoglio, a nome del Governo, ai familiari delle vittime e la sua équipe ha indicato di essere in contatto permanente con il Ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibile, Enrico Giovannini, con la Protezione Civile e con gli enti locali. Giovannini ha assicurato ai media locali che il ministero ha avviato le procedure per istituire una commissione investigativa per chiarire l’accaduto e anche per verificare i precedenti controlli esercitati sulla struttura. “Questo è un evento drammatico che stiamo seguendo con grande interesse”, ha detto.

Zita Russo

"Comunicatore esasperante umile. Creatore hardcore. Fanatico dell'alcol in generale. Tipico sostenitore degli zombi."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.